counseling-modena

Cosa faccio

Una volta una persona mi ha chiesto: Ma esattamente cosa fai? Le ho risposto che giungo alla soglia dell’Altro, mi tolgo le scarpe e in punta di piedi entro nel suo mondo. Una volta dentro, attraverso la comunicazione e l’empatia, accolgo ciò che egli desidera condividere con me e con il suo permesso lo accompagno in un percorso di autoesplorazione finalizzato al raggiungimento di un suo obiettivo e di conseguenza ad una migliore qualità della vita.

Mi piace definirmi “Agevolatore nella relazione d’aiuto“poiché, in buona sostanza, quello che faccio è aiutare le persone ad aiutarsi.

Come lo faccio

Counseling Individuale

Caffè lungo, ma non troppo

Il counseling individuale è un processo che si sviluppa attraverso la relazione fra due persone: un professionista nella relazione d’aiuto e un cliente.

Lo scopo del colloquio di counseling è quello di accompagnare la persona, in tempi relativamente brevi,  in un percorso di autoconsapevolezza volto al raggiungimento di un obiettivo specifico.

Il percorso passa dall’accettazione delle proprie fragilità, all’esplorazione delle difficoltà sino al riconoscimento e alla mobilitazione delle risorse  insite in ognuno di noi.

Self Empowerment

Caffè al Ginseng

Il percorso di empowerment è volto a rafforzare la propria autostima attraverso il riconoscimento  delle proprie risorse, dei propri meriti e dei propri errori intesi non come fallimento individuale ma come opportunità di crescita. 

Lo scopo è quello di sviluppare l’autoefficacia, ovvero la fiducia nelle proprie capacità nel raggiungimento di obiettivi specifici, in un’ottica di autorealizzazione.

Darsi potere, in buona sostanza, significa interrompere quei processi autosabotativi che ci portano a subire gli accadimenti della vita, in favore di una capacità di scelta e di azione più creativa e responsabile .

Counseling Espressivo

Caffè Macchiato

Durante i colloqui, talvolta, propongo ai clienti di “sporcarsi le mani”. La creatività da sempre favorisce l’espressione della dimensione emotiva: essa può dunque diventare un valido strumento per conoscersi meglio e quindi per crescere.

Attraverso il linguaggio simbolico dell’arte la persona può raggiungere una maggiore consapevolezza dei propri bisogni, conflitti, desideri.

Il cliente non solo si narra attraverso l’elaborato ma, agendo su di esso, può ascoltarsi mentre sperimenta altre possibilità.